fbpx

le 5 regole per una guida sicura

Libertà. È questa la sensazione che un neopatentato prova le prime volte in cui mette le sue mani sul volante, avvia il motore e si immette sulla strada. La libertà, però, non deve essere per forza sinonimo di spensieratezza, e men che meno di imprudenza alla guida.

Stando alle cifre attuali, nel nostro Paese ogni 30 secondi una persona viene coinvolta in un incidente stradale. Guidare in modo prudente significa essere consapevoli dei rischi della strada e comportarsi di conseguenza, per cui vediamo le nostre 5 regole d’oro da rispettare quando si è alla guida di un veicolo:

Guidare un’automobile in perfette condizioni
Ancora prima del comportamento del pilota, a dover essere perfetto è il veicolo stesso. Delle gomme lisce, un impianto frenante inefficiente, uno specchietto retrovisore mancante: un’automobile difettosa non può che moltiplicare il rischio di provocare un incidente. Per questo motivo, la prima regola della guida sicura è quella di effettuare una regolare manutenzione del proprio veicolo. Anche il più piccolo difetto, infatti, può trasformarsi in un fattore altamente rischioso.

Rispettare i limiti di velocità
I limiti di velocità non sono casuali, sono calcolati in base alla sicurezza di ogni singolo tratto di strada. La larghezza della carreggiata, la visibilità, la presenza di curve, la qualità del fondo stradale, sono tutti fattori che determinano la velocità massima raggiungibile. I limiti di velocità, dunque, non devono essere rispettati solo per evitare delle multe salate! Non bisogna dimenticare, del resto, che circa il 15% degli incidenti stradali è causato proprio dall’eccesso di velocità.

Guardare e rispettare i segnali stradali
Bisogna mantenere sempre l’attenzione sulla strada, un po’ per controllare il comportamento degli altri veicoli, un po’ per osservare tutti i segnali stradali. Non si parla solamente dei cartelli che indicano i limiti di velocità, ma anche dei vari segnali di precedenza, di stop e di pericolo, in base ai quali ogni automobilista deve regolare il proprio comportamento. Lasciarsi sfuggire un segnale stradale che indica un attraversamento pedonale, l’obbligo di precedenza o la possibilità di imbattersi in animali selvatici sulla strada, infatti, significa esporre sé stessi e gli altri a grandi pericoli.

Mantenere le distanze
È una delle regole fondamentali della guida sicura, eppure sono tante le persone che se dimenticano una volta al volante. Parliamo della distanza di sicurezza, ovvero di quello spazio che si deve lasciare tra il proprio veicolo e quello che lo precede. Solo così, infatti, si può avere la sicurezza di essere in grado di frenare in tempo in qualsiasi eventualità, senza rischiare di tamponare chi ci sta davanti. Ovviamente la distanza di sicurezza non è un valore fisso, per cui deve essere valutata dal guidatore in base a vari fattori di rischio: asfalto, visibilità capacità di frenata e velocità.

Cinture e seggiolini
Pur rispettando tutte le principali regole della guida sicura, può capitare purtroppo di essere coinvolti in un incidente stradale. È quindi fondamentale essere preparati al meglio per ridurre al minimo i rischi per la nostra salute e per quella dei nostri passeggeri. Il primo e più importante dispositivo di sicurezza è ovviamente costituito dalla cintura di sicurezza, obbligatoria per il conducente, per il passeggero anteriore e anche per quelli posteriori. I bimbi, invece, devono esser fatti sedere su appositi seggiolini e su rialzi a norma, necessari per tutti i bambini al di sotto dei 150 centimetri di altezza.



Do NOT follow this link or you will be banned from the site!